Metodo 1. Detersivo per i piatti

Preparate una ciotola e versatevi dell'acqua calda, ma non bollente. Se i gioielli che andate a pulire contengono pietre preziose o fragili, come nel caso dell'anello Pomellato Tango con diamanti brown (Prezzo: 11.500 euro Iva inclusa), il calore potrebbe danneggiarle. Se ne avete la possibilità, utilizzate acqua seltz senza sodio o acqua frizzante. In questo caso il processo di carbonatazione di queste sostanza può contribuire ad allentare più facilmente la sporcizia presente nei gioielli e i residui accumulati.

http://www.blondi.it/anello-pomellato-tango-con-diamanti-brown

Preparata la ciotola con la giusta acqua aggiungete qualche goccia di detersivo per i piatti. Mettete dunque a mollo i gioielli per 15 minuti: penetrando in tutte le fessure, la soluzione spazzerà via ogni residuo di impurità, anche dalle incastonature più arzigogolate, come quelle dell'anello Chantecler in oro rosa e diamanti (Prezzo: 2.450 euro Iva inclusa).

http://www.blondi.it/anello-chantecler-in-oro-rosa-e-diamanti

Aiutandovi con uno spazzolino dalle setole morbide, strofinate ogni anello, avendo cura di penetrare in ogni angolo, eliminando ogni residuo. Non usate accessori con setole dure, altrimenti andrete a danneggiare il metallo. Risciacquate ogni pezzo sotto acqua corrente tiepida. Infine, asciugate ogni pezzo con un panno morbido e lasciate respirare i vostri gioielli sul telo, in modo tale che ogni residuo di acqua svanisca.

Metodo 2. L'ammoniaca

Essendo un prodotto pulente chimico, l'ammoniaca potrebbe danneggiare il vostro oro. Questo metodo va usato solo per pulizie approfondite occasionali e va evitato con quei gioielli che contengono platino o perle, come l'anello Schoeffel con perla Australia e brillanti neri (Prezzo: 4.450 euro Iva inclusa).

http://www.blondi.it/anello-schoeffel-3347

La miscela pulente a base di ammoniaca deve essere composta da una parte di composto chimico e sei parti di acqua. Mescolate delicatamente per creare una miscela omogenea. Bagnate gli anelli e ciondoli in questa soluzione per non più di un minuto e toglieteli tutti insieme, in una sola volta, aiutandovi con un piccolo colino. Sciacquateli adeguatamente sotto l'acqua corrente. Infine, asciugateli manualmente con un panno delicato e stendeteli sullo stesso per lasciarli asciugare.

Metodo 3. Gioielli con pietre incollate

Quando le pietre del vostro gioiello sono incollate (ad esempio, succede spesso con gli orecchini), questi preziosi non vanno mai immersi in acqua. Soprattutto in presenza di acqua calda, la colla che tiene insieme gemma e montatura può allentarsi e le pietre, cadere. La spazzolatura aumenta il rischio.

Per gioielli con pietre incollate basta munirsi di un panno umido e saponato e un altro panno inumidito solo con acqua. Il primo servirà in fase di pulizia. Il secondo per risciacquare, tamponando delicatamente lo straccio umido sui gioielli. In questo modo si potrà assorbire l'eventuale schiuma di sapone residua. Dopo di che lasciate asciugare i preziosi all'aria, tenendoli appoggiati su un panno pulito.


Metodo 4. Il dentifricio


Perfetto per pulire i gioielli in oro senza graffiarli, il dentifricio può essere usato come pasta pulente: basta aggiungere un cucchiaio o due di acqua. Questo metodo è perfetto per quei gioielli che richiedono una rapida pulizia o quando si è in viaggio. Ad esempio, si tratta di un metodo perfetto per l'anello Marco Gerbella Cuori Intrecciati, un gioiello semplice in oro rosa, da portare sempre con sé e quindi più soggetto a sporcarsi (Prezzo: 120 euro Iva inclusa).

http://www.blondi.it/anello-marco-gerbella-cuori-intrecciati

Aiutatevi con uno spazzolino dalle setole morbide per passare il dentifricio e rimuovere delicatamente lo sporco. Si può passare questa pasta pulente anche aiutandosi solo con un panno. Risciacquate con abbondante acqua pulita e tiepida.

Metodo 5. Acqua bollente

Questo metodo non è applicabile ai gioielli con pietre incollate o materiali che possono essere danneggiati dal calore. Per un anello come il Recarlo 5 pietre Anniversary va benissimo (Prezzo: 3.121 euro Iva inclusa): le pietre "forti" come i diamanti non temono le alte temperature. Portate l'acqua a ebollizione e mettete i gioielli in un contenitore che non teme il calore (una ciotola in Pyrex andrà benissimo).

http://www.blondi.it/anello-recarlo-70712

I preziosi devono essere disposti in modo che nessuno sia sovrapposto ad un altro: l'acqua deve entrare in contatto con ogni articolo. Lentamente versate l'acqua calda e, quando questa si sarà raffreddata, togliete i gioielli. Aiutandovi con una spazzola morbida, strofinate attentamente e con cautela anelli e collane, e asciugateli con un panno morbido.

Se questi metodi vi sembrano laboriosi o poco pratici, ricordatevi che il vostro gioielliere di fiducia sarà lieto di sollevarvi dall'incombenza e prendersi cura dei vostri preziosi nel modo più attento.